Ridere rende liberi. Comici nei campi nazisti

L’ultima risata nasce da una ricerca – i cui esiti complessivi sono pubblicati in un volume, Ridere rende liberi, sulle sorti di alcuni comici ai quali si deve negli anni trenta la grandezza leggendaria del cabaret e dello spettacolo leggero mitteleuropeo, in particolare di quello berlinese. In gran parte ebrei, come ebreo era il colore del loro umorismo, la sorte di questi artisti è segnata dall’avvento di Hitler al potere. Espulsi dai set e dai palcoscenici sui quali avevano primeggiato, le loro performance si replicano in condizioni sempre più dure. (…)

Descrizione: Antonella Ottai, docente in Storia dell’arte e Spettacolo dell’Università “Sapienza” di Roma, già autrice di numerose pubblicazioni, con Ridere rende liberi ripercorre le vicissitudini di alcuni comici ebrei durante gli anni dell’ascesa di Hitler.

Titolo: Ridere rende liberi. Comici nei campi nazisti
Autore: Antonella Ottai

Editore: Quodlibet
Numero pagine: 234
Rilegatura: Brossura
Dimensioni: cm 14×22

Anno: 2016
ISBN: 9788874627950


IMMAGINI
La presentazione del libro nel 2016 all’Associazione Flavio Beninati. Con l’autrice Antonella Ottai sono intervenuti Carla Garofalo, Beatrice Agnello, Renato Tomasino, Rita Calabrese, Andrea De Cesare, Simona Mafai e Ignazio Buttitta.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *